top of page
  • Immagine del redattoreElena Accorsi

Non esistono più le stagioni

Aggiornamento: 12 apr 2022

È già venerdì.

Da quando ho perso mio padre i giorni passano come i minuti e i mesi come giorni.

Novembre, dicembre e gennaio si sono ridotti a poca cosa.

Ho affrontato un'enorme mole di lavoro e (troppi) giorni complicati, che al voltarmi indietro, mi fa dire “come ho fatto?”



È proprio quando siamo sotto fuoco nemico che riusciamo a contenere l’offensiva e magari guadagnare terreno.


La morte improvvisa del babbo, il funerale, la (giusta) burocrazia per far funzionare la farmacia, la marea di fogli firmati, le autorizzazioni, le certificazioni, le certificazioni delle autorizzazioni e ancora, i tamponi e la crisi sanitaria nella quale abbiamo dentro tutt'e due i piedi.


E poi la divulgazione, il mio lavoro, il laboratorio da rinnovare il podcast, la newsletter, insomma capite perché dico "ma com'è che è già pasqua?"



Nel frattempo sembra che io sia diventata uomo e padre, visto che per mettere al riparo la mia famiglia dalla dea Eris, ho sottoscritto la polizza assicurativa "del buon padre di famiglia".

Sto pure cercando un'assicurazione sinistri e magari una polizza vita, perché mica si può sempre stare seduti alla riva del fiume a guardare.


Ma passiamo ad altro: quest'anno ci siamo levati egregiamente San Valentino dai piedi, e giusto ieri riflettevo sulle mie disavventure amorose passate. Quanto avrei voluto avere la saggezza di ora.



 

Detto ciò, solo per non perdere l'abitudine a lamentarsi, passiamo al vero motivo per il quale vi siete iscritti a questa newsletter: i podcast.




Scritto da Camilla Ronzullo (che brava!) per Choramedia ci racconta la vita di Raffaele Mattioli banchiere dall'anima generosa che si è prodigato a salvare molti ebrei dall'odio nazi-fascista.


L'autore, Paolo Colombo, non ci è nuovo: lo abbiamo già ascoltato in Olivetti, l'occasione perduta .

Da ascoltare perché parla di storia recente, utile per comprendere anche i conflitti odierni fra Russia e Euopa.


Infine vi consiglio questa puntata di Muschio Selvaggio: io mentre l'ascoltavo avevo le lacrime agli occhi! Luis e Fedez alle prese con uno scatenato Odifreddi.


Se poi vi resta uno spazietto di tempo, vi faccio compagnia con Silenzio il mio podcast autoprodotto che spiega per filo e per segno il più grande disastro ambientale avvenuto in Italia.

Domenica uscirà una nuova puntata.



Ultima cosina prima di lasciarvi ecco il link al post più letto del 2021: Come sopravvivere alla morte di un genitore (col sorriso)

Sono sicura che molti di voi lo apprezzeranno.






998 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page